Archivio

Macnil: Mariarita Costanza tra le donne più influenti del mondo digitale

martedì, 3 ottobre 2017

CI-pezzi-macnil-gtalarm (1)Secondo Digitalic, autorevole magazine nell’ambito delle nuove tecnologie e dell’innovazione, tra le 15 donne italiane più influenti nel mondo del digitale, della tecnologia e dell’innovazione, c’è l’ing. Mariarita Costanza, la cofondatrice di Macnil, socio ordinario di TTS Italia, società del Gruppo Zucchetti, e direttore tecnico di GT Alarm, marchio di proprietà della società pugliese.
Nella lista DigiWomen 2017 Mariarita Costanza è stata scelta da un vasto pubblico di lettori, tra le donne che per la loro determinazione, la capacità di comunicare e le qualità da leadership si sono distinte e hanno saputo influenzare le persone intorno a loro. Sono degli esempi a cui guardare per esserne ispirati, sono donne capaci di incidere in maniera significativa nella vita degli altri, attraverso le loro idee, le loro invenzioni, le loro parole e soprattutto il loro esempio.
Mariarita Costanza, commentando questo nuovo riconoscimento ha detto: “Questo riconoscimento mi gratifica ma allo stesso tempo mi carica di una eccezionale responsabilità nei confronti della mia azienda, GT Alarm Macnil, ma anche del nostro territorio a cui guardo da sempre con fiducia e ottimisimo, nella speranza che vengano valorizzate le competenze, formati i talenti (questo è l’obiettivo della Murgia Valley) e create nuove opportunità di lavoro. Mi sto impegnando perchè non si parli più di Gravina e del territorio murgiano solo in termini turistici e di eccellenze culinarie, ma si investa di più nella cultura e nelle nuove tecnologie digitali alla ricerca di nuovi importanti primati”.

Fonte: Macnil

SOCI FONDATORI E SOSTENITORI

LATEST NEWS

In evidenza

 

  • Italia-Lecco: Sistema di videosorveglianza
  • Svezia-Mölndal: Manutenzione di impianti di illuminazione pubblica e semafori
Per maggiori informazioni clicca qui (solo per utenti registrati)

Sviluppo Portali Web e Software  - Sito internet in tecnologia Open Source