TTS Italia, the National Association for Telematics for Transport and Safety, has the purpose of contributing to the improvement of efficiency and safety in the Italian transport system

Focus Members

  • April 22nd, 2014

    SISTeMA alla conferenza “Shaping Transportation” di Berlino

    nuovo-logo-sistema-26-300x109SISTeMA, socio ordinario di TTS Italia, e il Gruppo PTV prenderanno parte all’evento “Shaping Transportation Conference & PTV Vision Global User Group Meeting (UGM)”, che si terrà il 26, 27 e 28 maggio 2014 a Berlino.
    Il tema di quest’anno sarà “Join up thinking – Create Intelligent Movements”: Read the rest of this entry »

  • April 9th, 2014

    Pluservice alla 5° edizione del Transport Research Arena

    PluservicePluservice, socio ordinario di TTS Italia, parteciperà alla 5^ edizione del Transport Research Arena – TRA2014 dal 14 al 17 Aprile 2014 a Parigi. Il team Pluservice di Innovazione e Cooperazione Internazionale presenterà 2  articoli sugli ICT per l’elettromobilità (progetto smartCEM) e Read the rest of this entry »

  • March 27th, 2014

    Lem Reply si aggiudica gara per piano strategico sulla mobilità

    replyLem Reply, socio ordinario di TTS Italia, si è aggiudicata la gara emessa dal Comune di Marsala per la redazione piano urbano della mobilità e valutazione ambientale strategica.

    Fonte: TTS Italia

  • March 26th, 2014

    Famas System si aggiudica gara per la creazione di un laboratorio ITS

    famasFamas System, socio ordinario di TTS Italia, si è aggiudicata la gara emessa dall’Università degli Studi di Catania per la fornitura delle attrezzature per la realizzazione di un laboratorio ITS sul campo, extra moenia, con l’obiettivo di monitorare, analizzare e controllare il traffico in un’ area urbana.

    Fonte: TTS Italia

  • March 26th, 2014

    Roma: più facile viaggiare con le App di Atac e Agenzia RSM

    A Roma, trasporto pubblico più facile grazie alle App di Atac, socio fondatore di TTS Italia, e Agenzia Roma Servizi per la Mobilità, socio ordinario di TTS Italia. Con le nuove applicazioni basta un click per organizzare il percorso migliore con i mezzi pubblici o in bicicletta, pagare la sosta, ricaricare la tua metrebus card, trovare informazioni sulle ZTL e la fluidità del traffico sui principali itinerari e tutti gli altri servizi offerti dal sistema romano della mobilità. Le App ufficiali si possono scaricare gratuitamente online per smartphone con sistemi operativi IOS (per Apple), Windows Phone 8 e Android.
    La funzionalità “Cerca Percorso” aiuta a pianificare lo spostamento individuando il tragitto più veloce (con bus, metro, tram ed a piedi) per raggiungere uno specifico punto della città. Con il “Trova linea” basta inserire dal proprio dispositivo mobile il numero della linea per avere tutte le informazioni relative a tragitto e tempi di arrivo in fermata.
    L’App “Viaggia con Atac” permette di inserire nella sezione “Tempi di attesa” il numero della fermata o il nome, per sapere quando è previsto l’arrivo del primo mezzo per ogni linea che transita alla fermata, mentre la funzione “Ricerca fermate” sfrutta il sistema di localizzazione del proprio smartphone per individuare le fermate più vicine alla propria posizione senza digitare numeri. Attraverso l’area link il cliente può collegarsi a diversi siti di interesse, tra cui anche al nuovo servizio atac.sosta, tramite il quale si può pagare on line la sosta nelle zone tariffate, e al nuovo servizio di ricarica on line della propria metrebus card. Per favorire un utilizzo quanto più possibile ampio dell’applicazione, l’App è stata ottimizzata per gli ipovedenti e permette anche ai clienti non vedenti di avere diverse informazioni in tempo reale, anche attraverso la trasformazione in audio di quanto appare a video sul proprio smartphone, dotato del software di screen reader.
    L’App ‘Muoversi a Roma’ si completa con l’area “Viabilità”, che riporta i tempi di percorrenza e lo stato del traffico su 140km di arterie stradali urbane (tangenziali, lungotevere, ecc.), con l’area “News”, con gli aggiornamenti in tempo reale sulla mobilità (limitazioni del traffico, manifestazioni, scioperi, ecc.) e “ZTL”, con gli orari e i confini delle zone a traffico limitato di Roma Capitale. Offre inoltre la nuova opzione del “Cerca Percorso” basato sulle previsioni di arrivo dei mezzi alla fermata disponibili in tempo reale.

    Fonte: Clickmobility


Breaking News

March 19th, 2014

TTS Italia intervista Maurizio Lupi, Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti

Sig. Ministro, con decreto del 12 febbraio 2014 ha inviato a Bruxelles il Piano d’azione nazionale sugli ITS. In prospettiva quali saranno le ricadute e gli impatti di questo atto sui sistemi della mobilità pubblica e privata del Paese?
Il tema dell’“intelligenza” dei sistemi di trasporto è al centro dell’interesse del mio Ministero. Gli ITS sono strumenti indispensabili alla gestione della mobilità nelle aree urbane e metropolitane. E’ infatti dimostrato che l’interazione tra informatica, telecomunicazioni e multimedialità consente di ottenere benefici tangibili che vanno dalla riduzione dei tempi di spostamento, agli aumenti della capacità della rete, a miglioramenti in termini di sicurezza. Gli obiettivi del Piano ITS sono impegnativi e mirano a cambiare in meglio la vita del cittadino: miglioramento del trasporto pubblico, sistemi di controllo del traffico, gestione integrata delle informazioni all’utenza, logistica urbana, eccetera. Gli ITS rappresentano inoltre sia l’occasione per dare uno shock digitale al concetto di infrastruttura come mera opera di ingegneria civile, sia uno sprone per lo sviluppo e l’applicazione di tecnologie di informazione e comunicazione made in Italy. Ricordo che con il comma 90 della legge di stabilità abbiamo introdotto una norma per la gestione intelligente dei flussi delle merci. Si tratta di un progetto molto ambizioso che ci deve portare alla messa in esercizio della Piattaforma Logistica Nazionale UirNet. Sempre a gennaio è stato pubblicato il bando di gara europeo per la realizzazione in project financing del nuovo sistema telematico che gestirà la rete logistica italiana collegando porti, interporti, centri merci delle ferrovie e piastre logistiche dei privati. Bisogna estendere la nozione di sviluppo infrastrutturale del Paese fino a includere a pieno titolo le infrastrutture immateriali che in futuro ne costituiranno sempre di più l’elemento qualitativo e di competitività.

Avete immaginato forme di sostegno alle imprese e agli enti territoriali per l’attuazione concreta delle politiche ITS?
Molte delle politiche che implementano il Piano d’azione nazionale vanno sostenute, più che con le modalità tradizionali, con la definizione di modelli organizzativi efficienti ed efficaci e con l’impegno dello Stato di investire per realizzare le infrastrutture telematiche abilitanti per l’armonico sviluppo del mercato.

Intende il Suo Ministero supportare il trasferimento di risultati e modelli di buone pratiche nazionali e internazionali nelle realtà italiane in cui gli ITS non sono ancora sviluppati o lo sono in modo limitato?
Ricognizione dell’esistente, valutazione di efficacia, coordinamento unitario ed estensione di buone pratiche sono i punti chiave delle azioni che stiamo attuando. Esiste anche un percorso inverso: fare conoscere all’estero ciò che di buono facciamo. Una delle buone pratiche italiane è certamente la piattaforma logistica UirNet. La sua piena entrata in esercizio dovrà essere adeguatamente comunicata e fatta conoscere in Europa.

L’Italia dal 1° Luglio avrà la Presidenza Europea. Quali sono le politiche sugli ITS che intende spingere in Europa nel semestre italiano?

Spesso, per avere tutto ciò che oggi sembra fantascienza, basta soltanto mettere a fattor comune quanto esiste già. Un esempio: la piattaforma informativa EXPO Milano 2015. Altro tema ITS sul quale ritengo si debba fare chiarezza in Europa per partire presto e bene è quello del cosiddetto e-call. E’ la chiamata automatica di emergenza in caso di sinistro stradale. Il concetto è semplice, la tecnologia è pronta e il sistema può salvare tante vite umane sulle strade di tutt’Europa.

Secondo Lei, quale ruolo avranno le nuove tecnologie nel rilancio del settore del TPL?
In questo ambito lo sviluppo dei sistemi ITS sarà fondamentale: faccio riferimento, ad esempio, al supporto che la telematica può dare alla gestione delle flotte, alle informazioni agli utenti su orari e servizi anche sui telefoni portatili, ai sistemi di bigliettazione elettronica integrata, utile anche per contrastare il fenomeno dell’evasione tariffaria. Città come Parigi, Madrid, Barcellona, Strasburgo e Amsterdam hanno già dimostrato ampiamente i vantaggi del mobile payment attraverso l’applicazione delle tecnologie NCF (Near field communication). L’Italia ha all’attivo una serie di esperienze all’avanguardia in questo campo, per esempio in Piemonte o in Lombardia. Sotto questo profilo lo sforzo del Ministero delle Infrastrutture dei Trasporti va nella direzione di applicare su scala nazionale la bigliettazione elettronica.

 

 

 

 

 


VIDEO
LAST NEWS

Reminder

Available only in italian
  • Italia-Tricase: Servizi di gestione di parcheggi
  • Paesi Bassi-Heemstede: Installazione di semafori stradali
Check out all the opportunities...(only for registered users)

Hosting Professionale by HostSinergy  - Sito internet in tecnologia Open Source