Archivio

Londra: arriva la ULEZ, la prima Ultra Low Emission Zone del mondo

venerdì, 11 gennaio 2019

A tre mesi dal lancio della prima Ultra Low Emission Zone (ULEZ) al mondo il sindaco di Londra, Sadiq Khan, ha invitato gli automobilisti a verificare se i loro veicoli soddisfano i nuovi e più rigorosi standard di emissioni che verranno introdotti per contrastare l’inquinamento atmosferico nella capitale britannica.
La leva utilizzata dall’amministrazione londinese è l’emergenza sanitaria. Infatti l’appello nel quale i londinesi vengono invitati a controllare le proprie auto recita: “In tutto il paese, l’aria tossica causa 40.000 morti premature all’anno e aumenta il rischio di asma, cancro, demenza – impone un onere finanziario di 20 miliardi di sterline all’anno. L’aria sporca di Londra peggiora le malattie croniche, riduce l’aspettativa di vita e danneggia lo sviluppo dei polmoni nei bambini”.
Dall’8 aprile 2019, per poter entrare e circolare con la propria auto nel centro di Londra, si dovrĂ  avere un mezzo poco inquinante in alternativa ci verrĂ  applicata una tariffa giornaliera di 12,5 Sterline (poco meno di 15 Euro, Brexit permettendo) per auto, furgoni e motocicli, mentre l’obolo salirĂ  a 100 Sterline (circa 115 Euro) per autobus, pullman e camion. L’area nella quale insisterĂ  la ULEZ ricalca quella della Congestion Charge e quest’ultima rimarrĂ  attiva, con la conseguenza che chi vorrĂ  entrare nel cuore di Londra dovrĂ  pagare ulteriori 11,5 Sterline (dal lunedì al venerdì). L’accesso alla ULEZ, previo pagamento, sarĂ  interdetto alle auto a benzina Euro 4, ai Diesel Euro 6 e ai motocicli Euro 3 (qui tutti i dettagli).
Secondo i piani di Khan e di Transport for London a partire dal 25 ottobre 2021 la ULEZ verrà estesa a tutto l’inner London, ovvero quella zona dell’area metropolitana di Londra compresa tra la North Circular e la South Circular road.
Dopo l’annuncio del Sindaco Khan lo strumento online messo a disposizione da Tfl è stato preso d’assalto. In pochi giorni 1,5 milioni di utenti hanno verificato se il proprio mezzo era conforme agli standard per entrare nella ULEZ.
TfL ha circa 1.000 telecamere disseminate nella Congestion Charge Zone, ma l’ULEZ una volta allargatasi sarĂ  18 volte piĂą grande. Non è ancora chiaro come avverrĂ  il monitoraggio nella ULEZ allargata. TfL non ha detto quante altre telecamere saranno installate, ma potrebbe usare “infrastruttura esistente e telecamere trasportabili”.
TfL prevede un taglio del 5% del traffico automobilistico nel centro di Londra una volta che l’ULEZ entrerĂ  in vigore. La Congestion Charge Zone, introdotta 15 anni fa, ha comportato il 30% in meno di veicoli privati che entrano in centro cittĂ . Ma questo è stato compensato da un aumento di Uber e altri veicoli a noleggio privato, da 4.000 al giorno a 18.000. Attualmente non devono pagare la tassa sulla congestione, ma dovranno farlo dall’8 aprile 2019.

Fonte: Eco dalle CittĂ 

SOCI FONDATORI E SOSTENITORI

LATEST NEWS

In evidenza

 

  • Italia-Pavia: Servizi di monitoraggio del traffico
  • Svizzera-Bellinzona: Servizi di monitoraggio e controllo   
Per maggiori informazioni clicca qui (solo per utenti registrati)

Sviluppo Portali Web e Software  - Sito internet in tecnologia Open Source